giovedì 30 marzo 2017

Acqua viva



Come la cerva anèla
ai corsi d’acqua,
così l’anima mia anèla
a te, o Dio
Salmo 41

Tutto è un continuo divenire, ma sta a noi fermare il bello della vita.

lunedì 27 marzo 2017

Incontri



Il positivo di te stesso è confermato da incontri.
Trovi persone che illuminano.
Con la sola presenza
infondono coraggio e speranza.
Non sono appuntamenti.
Le vedi all'improvviso.
La serenità che provi dopo 
è come un dono ritrovato.
Ma è quell'incontro che te l'ha data.
Una tappa stabilita dal fato?
Sta di fatto che un raggio di sole
può cambiare una giornata.
E ti ritrovi energico,
vigoroso e pimpante.

domenica 26 marzo 2017

Gocce

4a domenica di quaresima - anno A

L'uomo vede l'apparenza, ma il Signore vede il cuore (1Sam 16, 7b).

Goccia dopo goccia la pioggia scende nel terreno. Prima lo accarezza poi lo feconda. I semi prendono vita in nuove piantine. La natura si rinnova. Anche la Parola scende come goccia nel nostro cuore. Lo rende vivo e capace di amare. Ogni volta che mi accosto al vangelo sono invaso da una goccia sempre nuova per la mia vita.

Il contatto con la sua energia creativa mi sprona dal letargo. Esso, infatti, spesso mi prende e mi blocca. In questi giorni ho rievocato una frase che mi fu detta durante un corso di esercizi: devi smettila di sentirti un cretino. La sto ripetendo spesso con me stesso, visto che ultimamente la tentazione della pigrizia sembra avvilupparmi.

La goccia della Parola è allora incoraggiamento. Esso lo trovo in chi mi sostiene nel quotidiano e mi arricchisce con la sua presenza. Una Parola che si concretizza e mi fa vedere le cose nel giusto modo. Il ripiegamento su noi stessi rischia di renderci ciechi. Ma la mano di Cristo è pronta a guarire con il balsamo dello Spirito che è luce.

Luce che illumina e trascende il pessimismo per una prospettiva più ampia. Lì non vedi solo il negativo con le sue cadute. Osservi anche la sottile presenza di Dio che vivifica con le sue gocce d'amore. Noti allora l'importanza di persone che si donano a te amandoti senza interesse. Una goccia di infinito che apre nuovi orizzonti nell'oceano della vita, dove puoi e devi navigare.

mercoledì 15 marzo 2017

Foglie nuove


Annuncerò il tuo nome ai miei fratelli,
ti loderò in mezzo all’assemblea.
Lodate il Signore, voi suoi fedeli,
gli dia gloria tutta la discendenza di Giacobbe,
lo tema tutta la discendenza d’Israele.

Come un germoglio nuovo nei rami secchi dell’inverno è la mia lode a Dio. Lui che risolleva e fa rinascere è presente anche nella terra arida ed inospitale. Che io possa sempre scrutarlo ed onorarlo.

lunedì 13 marzo 2017

Terra dei leoni


Acrilico su tela 30x40 . Anno 2011. Chiesa madre di Lioni (Av).  In primo piano l'antico leone presente dinanzi al comune, da cui deriva il nome dell'abitato.

mercoledì 8 marzo 2017

Una Quaresima in fiore

 

 Crea in me o Dio un cuore puro (Salmo 50)

La Quaresima è segno del cambiamento interiore, quello più difficile. Richiede tempo e pazienza per fiorire. Occorre mettersi in discussione e limare i lati difficili, quelli che impediscono di amare. Permettiamo a Dio di cambiare il nostro cuore e far fiorire tanti fiori. A Pasqua avremo in mano un bouquet e godremo dei piccoli passi attaverso i quali Dio guida alla resurrezione.

domenica 5 marzo 2017

Scorpacciata

1a domenica di quaresima - anno A

"Vàttene, satana! Sta scritto infatti: Il Signore, Dio tuo, adorerai: a lui solo renderai culto" (Mt, 4, 11).

Quante volte mi sono infilzato al punto da scoppiare! Apprezzavo molto la nutella da piccolo. Rievoco quei mal di pancia che poi mi assillavano. Chi me lo ha fatto fare? Ripetevo chino su me stesso. Quella crema era gustosa, ma i dolori lancinanti che provavo dopo erano un enorme sofferenza. Un piacere che procurava attacchi di colite. Mi sono dovuto curare. Soprattutto diminuendo il consumo di cioccolata.

Eh sì. I piaceri della vita sono succulenti. Ti trascinano in un vortice che non ha fine. Se non usi la ragione e fai un programma di vita in cui ben inquadrarli, portano alla morte. Non ti fanno vivere bene. Di qualunque piacere si tratti. Per questo occorre una disciplina che ti renda consapevole dei tui limiti e delle potenzialità da sviluppare.

Questo mi insegna Gesù. Egli, tentato nel deserto, non si lascia sedurre dalle lusinghe del demonio. Resta fedele al Padre. Perché sa che è l'unico modo per realizzare la sua vocazione di Figlio per il bene dell'umanità. Se penso che alcune rinunce possono migliorare me stesso per il bene degli altri, allora ne vale la pena. Sto meglio io, sono più felici le persone che incontro.

E' bello pensare questo in Quaresima. Meditare su quanto Cristo soffre per noi è da incentivo a fare altrettanto per il bene di tutti. Allora chiedo perdono per i peccato non per autoflagellarmi ma per crescere nell'amore. Gesù è mia guida e mio aiuto. Egli mi sostiene donandomi quella forza d'amore che nel mondo ingannevole è pura follia.

mercoledì 1 marzo 2017

Rifugio

 

Solo nel Signore può riposare tranquilla la nostra anima per trovare rifugio e speranza. Rifugio di consolazione per gli affanni che spesso ci affogano. Speranza come forza di amore che pervade le nostre membra articolandole in melodie di carità. Solo il Signore puà donarci quell'afflato che riempie le profondità del nostra animo. E renderci più giusti con noi stessi e con gli altri.